Articolo del 06-11-2016

A.S.R. Milano Rugby vs Iride Cologno Rugby  31-00

Non c’è molto da dire, a parte qualche iniziativa di gioco
nel primo tempo i nostri ragazzi hanno giocato tutta la
partita in difesa sempre sotto pressione senza riuscire a 
imporre il proprio gioco cosa che avevano fatto contro il 
Seregno.
Probabilmente essendo una squadra molto giovane i nostri 
ragazzi peccano ancora d'inesperienza,devono mettersi in 
testa che se non vanno in campo sempre concentrati e di 
eseguire alla lettera i consigli del nostro allenatore
avranno vita dura.
Comunque RAGAZZI non mollate l'esperienza si fa allenandosi
costantemente e giocando vedrete che i risultati arriveranno
FORZA RAGAZZI!
   FORZA COOO!!!!

Articolo del 31-10-2016

La nostra prima squadra torna a vincere.

Cologno M. Domenica 30 ottobre la prima squadra è tornata alla vittoria, già dalle prime fasi di gioco si e vista la voglia di riscatto dei nostri ragazzi che arrivavano da due sconfitte,infatti al ottavo del primo tempo arriva la prima meta non trasformata dopo aver subito una punizione realizzata dal Seregno.La squadra gioca bene e impone il proprio gioco, cosa che non ha fatto domenica scorsa contro il Lecco, il primo tempo finisce in vantaggi 19 a 3 per noi.

Nel secondo tempo a parte un quarto dora di calo in cui gli avversari riescono a mettere a segno due mete trasformandone una le cose non cambiano e i nostri ragazzi portano a casa la partita con il risultato di 42 a 17, buona la prestazione degli esordienti.

Con questo non è detto che tutti i problemi della squadra sono stati risolti, il gruppo e giovane e i margini di miglioramento sono ancora molto ampi soprattutto sulla mischia e sui tre quarti ma se continuano a lavorare con costanza e ad andare in campo sempre concentrati come domenica i risultati arriveranno.

Articolo del 16/10/2016 Aggiornato

img_1302-2

 

Dal nostro Coach.

I Mastini risultano essere una squadra tosta, molto pesanti in mischia chiusa e nel gioco stretto vicino alle fonti di gioco.

La partita comincia male, i Mastini vincono le prime mischie introdotte da noi e naturalmente.     Vincono anche le successive con loro introduzione.

I Mastini controllano le fonti di gioco e guadagnano diversi calci a favore a causa di nostri fuorigioco.

Si portano nella nostra zona difensiva e possono battere una Touche e una mischia dalla quale partono in “drive” e schiacciano in meta.

A questo punto c’è uno scossone di orgoglio dove, iniziamo a giocare come sappiamo e con diverse ripartenze ci portiamo verso i 22 avversari. Da lì parte l’azione di “Volpe” Bisotti che a suon di finte semina 4 avversari,entra in meta e la mette in mezzo ai pali 10 a 7 e si riparte con spirito alto.

Nel frattempo cattive notizie dal reparto dei 3 quarti, sono costretti ad uscire Zago Zaghetti per problemi alla spalla e Nico Di Vara per uno stiramento alla coscia.

Mancano pochi minuti alla fine del primo tempo e partiamo con diverse azioni di attacco.    Calciamo ma sbagliamo ancora i Mastini ripartono e ci infilano segnando una meta viziata ancora da un paio di placcaggi sbagliati.

Ripartiamo arriviamo ancora vicini alla loro meta e ancora su pressione sbagliata subiamo una quarta meta, e ancora tre placcaggi sbagliati….Primo tempo che finisce 22 a 7.

Nel secondo tempo il “refrain” non cambia, i Mastini continuano a vincere tutte le mischie e noi siamo costretti a difendere per il 70% del tempo.

Per una volta giochiamo come sappiamo e una volta entrati nei loro 22 continuiamo a mantenere il possesso e con una rapida ripartenza sulla “piccola” Jacopo Di Vara segna la nostra seconda meta 22 a 12.

Restiamo sui 22 a 12 per un buon periodo di tempo provando a ripartire quelle poche volte che torniamo in possesso della palla.

Restiamo in 14 causa un “Giallo” preso da Salvo per uno sgambetto.    Si rompe il naso Bisotti e perdiamo la guida del nostro 10.

I Mastini continuano a pressare e segnano una meta in mezzo ai pali da ripartenza del loro n°. 8 Masini.    In seguito anche Giunta e Salvo sono costretti ad uscire e verso la fine anche Leo Crucitti deve uscire.

Da sottolineare che con l’entrata di Vialetto la mischia comincia a tenere e vinciamo le ultime 3 mischie con introduzione nostra.

Subiamo anche un calcio contro piazzato che porta il punteggio finale sul 12 a 32 per i Mastini.

In complesso molto rammarico perché le 5 mete avversarie nascono da errori nostri, addirittura da azioni dove noi stiamo andando in meta con palla in mano e che, una volta persa, permette ai Mastini il contrattacco che finisce in meta.

Sicuro da rivedere il placcaggio e l’organizzazione difensiva, però senza palle in mano è difficile giocare e vincere.

Ora sotto con gli allenamenti e preparare bene la prossima con il Lecco.

Jean Pierre

Sig.ri,

un fine settimana intenso, ha portato i nostri ragazzi un due località ben diverse e lontane tra loro, LAINATE e BERGAMO:

La prima, giocata sabato a Lainate in un pomeriggio decisamente umido, dove i nostri ragazzi hanno affrontato una squadra decisamente molto forte fisicamente, finita 61-0 (11-0).

Che cosa dire su questa partita……una sola cosa…..per 80 minuti non hanno mai mollato. Hanno giocato, lottato e fino alla fine incitati non solo dall’allenatore ma da tutti noi, di fare una “meta” che per loro sarebbe stata come una vittoria. Non ci sono riusciti, non importa, quello che conta è aver visto un gruppo che davanti ad un Leone, non ha fatto il Coniglio. BRAVI!!!!!!

Invece per la nostra seconda U18, com’e andata, in quelli di Bergamo?

Bene e immagino, visto il risultato finale 11-24 (1-4), sia stata una bella partita tirata fino alla fine.

Questo cosa porta a pensare? Che il lavoro che i nostri preparatori stanno facendo con i ragazzi, funziona.

Il vostro accompagnatore

Jean Pierre

 

Articolo del 11/10/2016

Jean Pierre   Ebbene si,

sono due le U18 che hanno iniziato il campionato domenica scorsa, disputando le prime due partite in casa.

La prima U18/4 IRIDE COLOGNO RUGBY ASD vs RUGBY METANOPOLI ASD finita 12-61 (2-9), porterebbe a pensare ad una sconfitta senza pari, invece qualche cosa di buono nell’arco dell’intera partita si è vista, soprattutto quando hanno deciso di giocare insieme.    Ecco quello che secondo me è mancato domenica, la voglia di lottare insieme. Ragazzi avete una tale struttura e forza fisica da spaccare il mondo.      I nostri avversari ben piazzati sia fisicamente che in campo, hanno giocato bene ma la cosa che ha fatto la differenza a mio avviso, sono stati i loro cambi rispetto a noi che eravamo tirati tirati.

Invece per la nostra seconda U18, com’e andata, visto che si trattava della prima partita dei nostri ragazzi del 2000?

Partita molto equilibrata, lottata da entrambe fino alla fine e infatti il risultato finale parla di IRIDE COLOGNO RUGBY ASD n. 2 vs AMATORI TRADATE RUGBY CLUB ASD 38-27 (6-5).

Qui rispetto alla prima partita, il gruppo ha fatto la differenza anche se qualche calcio di troppo non sempre è stato ben apprezzato.

Vedere i ragazzi che parlano tra loro e prendono decisioni durante la partita, sono cose importanti dove alcune volte portano esiti positivi, altre volte no. Sicuramente le nostre due U18, incontreranno squadre toste dove le sconfitte saranno dure e pesanti, ma anche vittorie che risulteranno essere dolci e piacevoli.

Continuate a lavorare con serietà e gioia come state facendo.

Un grazie di cuore da parte mia a voi genitori che avete gestito al meglio il terzo tempo.

Il vostro accompagnatore

Jean Pierre

Aricolo del 10/10/2016

Seniores

College Brescia vs Iride Cologno Rugby      19 a 26

Under 18

Iride Cologno R. vs Rugby Metanopoli        10 a 61

Iride Cologno R. vs  Amatori Tradate          38 a 27

    Prossimi Appuntamenti               16-10-2016

                  Seniores

Iride Cologno Rugby vs Mastini R.2007

                       Under 18

Rugby Bergamo  vs Iride Cologno Rugby

Rugby Lainate  vs Iride Cologno Rugby

logo-iride-gonfiato-2                 Buona la prima

La nostra giovane squadra parte con il piede giusto.

Partiti un po’ in sordina finiscono il primo tempo sotto di 12 punti, questo non demoralizza i nostri ragazzi, i quali reagiscono con carattere e determinazione e anche con alcune buone giocate sia collettive che personali.

Infatti, nel secondo tempo grazie anche ai consigli del nostro coach, riescono a ribaltare il risultato mettendo a segno tre mete di cui due trasformate.

Il College Brescia cerca di reagire negli ultimi dieci minuti cercando di assediare la nostra area di meta,ma i nostri ragazzi si difendono bene e portano a casa la partita.

Anche se l’inizio è stato positivo, i nostri ragazzi hanno ancora molto da lavorare sulle mischie, touche e placcaggi.

Quindi?

 Buona la prima

Forza Cooo!

 

Comunicato Attività Agonistica

 A partire dal 12/06/2016 le attività sul campo sono sospese,

 Riprenderanno

 Seniores e l’Under 18  Mercoledì 31 Agosto 2016 con i  alle ore 20.00,

B.old Giovedì 01 Settembre alle ore 20,

Under 16  Venerdì 02 Settembre alle ore 18.30,

Under 6 – 8 – 10 – 12 – 14 Giovedì 08 Settembre  alle ore 18.00,

Commenti di Fine Stagione

Salvo cambiamenti del ultima ora

Jean Pierre Venerdì 13/05 2016

Cari lettori e amici

E’ finito il campionato della nostra U16, terminando in quelli di Sondrio. A mia memoria è la prima partita che i nostri ragazzi non riescono a fare neanche una meta, ma se devo dire la verità, questa volta si sono impegnati tanto e tutti per farla ma senza successo. La squadra scesa in campo non era tanto diversa dall’ultima formazione, era la voglia e lo spirito che ne hanno fatto da padrona. Un primo tempo tenuto a testa alta contro la seconda in classifica anche se un po’ troppo fallosa, in un campo a dire bello è il minimo. Si sono viste cose belle altre no per esempio placcaggi alti, entrate laterali e qualche fuori gioco, insomma i nostri difetti che ci portiamo da sempre.

E’ finito in campionato della nostra U16 con tante gioie e tanti rimpianti.

E’ finito in campionato della nostra U16 per il nostro allenatore Biagio che ha portato la sua esperienza e capacità, cercando di trasmetterla in ognuno di voi.

E’ finito in campionato della nostra U16 per i nostri accompagnatori che hanno portato al meglio il loro compito.

E’ finito in campionato della nostra U16 per i genitori sempre pronti a tifare.

E’ finito in campionato della nostra U16 per tanti ragazzi che il prossimo anno saliranno in U18 e il 1999-2000 si ritroveranno e questa volta per ben 2/3 anni.

E’ finito in campionato della nostra U16 per lo scrivano.

E’ finito in campionato!!!!

Il vostro  Jean Pierre

 

Iuri

DELEBIO RUGBY vs IRIDE COLOGNO RUGBY

10° Giornata Serie C1 del 08/05/2016 –

FINE DELLA STAGIONE

Termina con una sconfitta in trasferta sul campo del Delebio questo girone di playoff salvezza per l’IRIDE Cologno che non raggiunge l’obiettivo della permanenza in categoria.     La partita, come molte di questo campionato per l’IRIDE, ha due facce ma non è l’aspetto principale di questa domenica.     Per dovere di cronaca riportiamo che nel primo tempo è la Delebio a gestire le operazioni e comandare il gioco, che termina con il punteggio di trentasei a zero.     Nella seconda frazione l’IRIDE entra in partita e gioca alla pari e forse meglio dell’avversario, ma oramai il gap è così alto e le energie cosi poche che non è più possibile recuperare e la partita termina 41 a 19.     Da segnalare che le mete sono state segnate dal Capitano Sergio “siccio” SORDANO che esegue la trasformazione, Omar EL SAYED trasformata da Umberto BISOTTI e di Vito ROMANO, e che hanno fatto il loro debutto, con una buona prestazione Marco SETARO e Nicolò VIALETTO. Quello che è importante riportare della domenica appena trascorsa è che purtroppo l’IRIDE non ha centrato l’obiettivo della stagione, ma il Coach VINZANI e il suo Vice/giocatore Daniele CAMELLITI con l’aiuto dei veterani hanno sicuramente portato a termine uno dei compiti più difficili, costruire un gruppo con i giovani inserimenti che possa dare un futuro a questa squadra. Non è stato sicuramente un percorso facile, ci sono state parecchie difficoltà sia nell’organizzare un gioco, nell’essere squadra, durante il campionato abbiamo avuto modo di assistere a partite ben giocate, amnesie e cali di concentrazione che una squadra “veterana” non avrebbe avuto.   Ma tutto questo percorso ha probabilmente dato i propri frutti e l’anno prossimo in serie C2 i nostri guerrieri avranno la possibilità di cementare ulteriormente questo legame e tornare nella categoria che compete all’IRIDE.     Un saluto e un ringraziamento a Fabrizio MONTANARO, Fabio NORATA e Capitano Sergio SORDANO, che lasciano la prima squadra per motivi “regolamentari” e di certo si sentirà la loro mancanza.     Loro, i giovani e lo staff tecnico hanno messo il massimo dell’impegno in quest’annata e devono sentirsi tutti fieri di aver fatto parte di questo gruppo e soprattutto che ne faranno parte sempre.     Che resta avrà il compito di riconquistare la serie C1 e proseguire in quello che chi ha indossato questa maglia ha fatto prima di loro.

 

Articolo del 19/04/2016

Jean Pierre Sabato 16/04/2016

Iride Cologno Rugby  vs  Orobic Rugby club   12 – 22

Cari lettori, anzi cari ragazzi,

Questo piccolo racconto è  per voi.      Non sono riuscito ad aspettare domani, nel scrivere il mio piccolo e semplice articolo, perché la rabbia e l’amarezza ne hanno fatto da padrona. Che cosa vi è  successo ragazzi !!!!! Dov’è  andata a finire la vostra voglia di giocare e di vincere? Siete una squadra, un gruppo, una forza, ma ieri di tutto questo, non abbiamo visto nulla. Le lacrime del buon Stefano Cazzaniga spiegano tutta la rabbia che ieri aveva dopo la fine della partita. Non sono bastate le consolazioni di Filippo nel cercare di tranquillizzarlo e di ringraziarlo per quello che ha fatto in campo, infatti, per la prima volta gli viene assegnata la maglia di MATCH OF THE MAN anche se abbiamo perso, proprio per il fatto di valorizzare il suo lavoro svolto.     Ultimo mia segnalazione, prima di andare in quelli di Sondrio, una semplice gita per mangiare pizzoccheri, anche perché il secondo posto ORA MAI NON ESISTE PIÙ, in tutta la partita abbiamo contato solo 7 placcaggi ASSURDO VERO!!!!!!     Concludo dicendo che questa era la nostra ultima partita in casa di un campionato tutto sommato bello ed avvincente della nostra U16. Chiedo scusa a voi ragazzi, non potevate salutare nel peggiore dei modi i vostri tifosi.

Il vostro accompagnatore, critico e amico

Jean Pierre

Articolo del 19/04/2016

Iuri Domenica 17 Aprile 2016

Iride Cologno Rugby  vs Rugby Cernusco  10 – 05

L’IRIDE COLOGNO RUGBY VINCE IL DERBY DELLA MARTESANA

Vittoria che vale doppio per l’IRIDE che si aggiudica la Derby della Martesana, battendo il Cernusco 10 a 5 e riprende la marcia di avvicinamento al 4 posto che vale la conferma in categoria.
Prova di orgoglio e di grande impegno quella dei nostri ragazzi che, partita con il Cernusco compresa, hanno una serie di finali da giocare e le devono affrontare tutte con lo stesso obiettivo vincere !!!     Coach VINZANI non è in panchina, sostituito da Fabrizio MONTANARO, ma schiera la migliore formazione possibile, inserendo dal primo minuto nel ruolo di estremo Capitan Sergio “SICCIO” SORDANO, che era stato risparmiato nell’ultima deludente trasferta a Como e  Daniele CAMELLITI per dare il massimo della solidità al pacchetto di mischia.      Da segnalare, tra i disponibili che si accomodano in panchina, Fabio NORATA  e la graditissima e importante presenza di Giacomo TAGLIETTI, che non ha esitato a portare il proprio contributo a questo gruppo di ragazzi che deve “mettere a terra” le energie e tutti i buoni propositi tecnici e tattici che nel lavoro in settimana dimostra di possedere.     La Cologno,  “ostaggio” delle tensioni accumulate nella settimana  parte contratto, mentre  il Cernusco che si sta giocando un derby, schiaccia subito sull’acceleratore e dopo 7 minuti, sfruttando un errore di piazzamento in fase difensiva, trova una meta che non trasforma.
Sembrerebbe l’inizio di un incubo, ma cosi non è perché dalla ripresa del gioco per tutto il primo tempo la mischia, guidata da Daniele CAMELLITI, costringe il pacchetto avversario ad arretrare in ogni occasione impedendo la fornitura di palloni giocabili alle propria apertura.
La fase difensiva non è ancora esente da errori, ma viene messa in pratica con la grinta e la concentrazione necessaria, questa pressione costringe i giocatori del Cernusco a commettere numerosi errori che generano mischie chiuse che la Cologno vince con facilità.
Al 10’ minuto la pressione sviluppata porta i suoi frutti, Tommaso DE MECO placca il mediano avversario che perde il pallone, supporto di Leonardo CRUCITTI che con il sostegno dei compagni segna la meta del pareggio 5 a 5.     Come già successo più volte in questo campionato, la meta non viene trasformata.     Il resto del primo tempo è una battaglia di campo, con numerose mischie chiuse che si susseguono e con i tre quarti dell’IRIDE e del Cernusco che cercano di concretizzare i pochi palloni giocabili a disposizione.     Alla ripresa Coach MONTANARO inserisce forze fresche per cercare la vittoria, Davide MALNATI e Donato MAGGIORE lasciano il posto a Giacomo TAGLIETTI e Tiziano CRUCITTI. Il gioco riprende da dove si era interrotto le mischie, si sfidano e l’IRIDE ha sempre la meglio, cosi come nelle fasi di touches.     Al 50’ l’IRIDE ha l’occasione per allungare, grazie ad un calcio di punizione che però esce di poco dai pali.     Al 56’ è il capitano Sergio “SICCIO” SORDANO, che festeggia il proprio 40° compleanno, segnando una bellissima meta che porta il punteggio sul 10 a 5 e sancisce la vittoria di questo derby, che non ha più niente da segnalare se non il cambio al 71’ di SOFO Guglielmo per Giuseppe LISO.     Domenica speciale quella dell’IRIDE che vince il Derby e prosegue nel proprio percorso verso la salvezza, ritrova Giacomo TAGLIETTI tra le proprie fila, la squadra può dedicare la vittoria a Patrick PITELLI, che nello stesso giorno convola a nozze, sposato dal capitano Sergio SORDANO che officia la cerimonia e nel giorno del suo compleanno festeggia regalandosi la meta personale che vale la vittoria.      Sembra una trama costruita a tavolino, ma non è cosi, sicuramente non è la fine del tunnel ma è il meritato risultato di una settimana di fatica e chiarimenti che erano necessari. E’ certo che se si fossero giocate metà delle partite di questo campionato con la grinta, l’impegno, la voglia di soffrire e la concentrazione dimostrata l’IRIDE non avrebbe dovuto giocare questo play off salvezza.     La situazione di classifica è la seguente, l’IRIDE è quinta con 3 punti di distacco dal quarto il Rugby RHO, a 4 punti dal terzo il Rugby Cernusco e 8 punti di distacco dal secondo il CUS Milano Cadetta, che sarà avversario dell’IRIDE nella trasferta di Domenica 27/04 alle ore 15,30.     Sarà importantissimo vincere perché Rugby RHO e CUS Milano Cadetta hanno una partita in meno e dovranno quindi recuperare il loro turno, battere entrambi permetterà all’IRIDE di sfruttare la vittoria di entrambi.

Dal nostro Inviato IURI DEL BONO

Articolo del 13/04/2016

Iuri

 

Domenica 10 Aprile 2016

UN’ALTRA BATTUTA DI ARRESTO

UN’ALTRA BATTUTA DI ARRESTO

La trasferta a Como sul campo dell’ultima in classifica di questo girone salvezza di Serie C, si è conclusa con una sconfitta che è un brutto colpo per gli obiettivi della nostra compagine, il raggiungimento di un posto che garantisca la conferma della categoria.     Il risultato che vede l’IRIDE sconfitto di misura è secondario rispetto all’evidenza più importante cioè il modo in cui questa sconfitta si è palesata. L’IRIDE conduceva al termine del primo tempo con il risultato di 6 a 15 e ha giocato parte del secondo tempo in superiorità numerica a seguito dell’espulsione di un giocatore del Como.     Ci eravamo lasciati con le conclusioni dopo la faticosa vittoria contro il Delebio che evidenziavano la mancanza di concentrazione e di “voglia di sacrificio” che si sono palesate nuovamente e in modo molto più evidente nel secondo tempo di domenica e hanno permesso al Rugby Como di rimontare e chiudere con il punteggio di 23 a 20.     Da settimane Coach Vinzani è costretto a gestire una formazione con parecchie assenze dovute agli infortuni ed a una rosa che si è ristretta, ma l’innesto di tanti giovani sembrava dare in prospettiva i risultati che ci era prefissi.     Purtroppo non è cosi evidentemente in questa rosa l’amalgama con le nuove leve non è ancora completamente riuscito, c’è sicuramente un gruppo di giocatori amici anche fuori dal campo , ma non c’è in tutti lo spirito da battaglia e di sacrificio che ha sempre contraddistinto il XV di Cologno e che ne ha fatto la fama di squadra tosta e da affrontare con attenzione e concentrazione.     Siamo al cospetto di una squadra che non è in grado di imporre , non solo il proprio gioco ma neanche la propria “volontà” o “presenza”, una squadra che ha evidenti difficoltà nel placcaggio e nella concretizzazione delle fasi di gioco, sintomo di scarsa grinta.    Era necessario fare risultato questa la richiesta di Coach Vinzani, senza troppo sofisticare sul “bel gioco”, si parte quindi a testa basa e al 14’ l’IRIDE trova la sua prima meta con Nicolò DI VARA, segnatura che non viene trasformata, quest’ultimo un aspetto che quest’anno ha pesato più volte nell’economia del risultato dell’IRIDE.    Il Rugby Como non vuole fare la vittima sacrificale e grazie ad una punizione, concessa per un fallo di gioco, ulteriore aspetto negativo e molto presente nella stagione dell’IRIDE, si porta sul risultato di 3 a 5.     Nonostante la “fatica” nell’imbastire un gioco corale, la 23’ è l’IRIDE che sfrutta un calcio di punizione, trasformato da Tommaso DE MECO e si porta sul risultato di 3 a 8.     Sembra incanalata sui giusti binari la gara per l’IRIDE, ma al 27’ un altro calcio di punizione permette al Rugby Como di accorciare e fissare il punteggio sul 6 a 8.     E’ una partita combattuta e non bella, ma l’IRIDE sembra poter contare sulle proprie individualità e subito dopo al 28’ segna la sua seconda meta con Umberto BISOTTI, che Tommaso DE MECO questa volta trasforma e si porta sul punteggio di 6 a 15 fino al termine del primo tempo.      Non è una bell’IRIDE quello odierno e ci sono parecchi aspetti negativi, ma il risultato ci sorride è con un po’ di apprensione ma fiducia si calcia il pallone di inizio del secondo tempo.     E qui succede l’imprevedibile, quelle poche cose positive  registrate nel primo tempo svaniscono come neve al sole, niente più grinta o tenacia che come dicevamo prima hanno sempre contraddistinto il XV di COLOGNO, rimane solo la scarsa concentrazione che sembra sufficienza e una miriade di errori che permetto al Rugby Como di segnare in apertura al 42’ con trasformazione, portandosi sul 13 a 15 .      Non c’è reazione nei giocatori dell’IRIDE che al  46’ concedono una punizione che il Rugby Como sfrutta per operare il sorpasso portandosi sul 16 a 15.     Il Rugby Como, in inferiorità numerica è comunque la squadra che si impone sul campo e al 50’ minuto segna un’altra meta che trasforma, il punteggio adesso è di 23 a 15.      Non è possibile dare una descrizione di quanto è successo, ma l’inconsistenza dell’IRIDE si riassume in questi minuti che vanno dal 41’ inizio del secondo tempo e il 50’ in cui il Rugby Como segna e trasforma la sua meta.      Un Como che in inferiorità non deve affannarsi per controllare l’IRIDE che al 77’ ha un sussulto e segna una meta con Liso che non viene trasformata e la partita si chiude sul 23 a 20.     Con queste prestazioni l’obiettivo salvezza è purtroppo una chimera, le dirette rivali Rugby Cernusco e Rugby Rho hanno vinto i loro rispettivi incontri e adesso il distacco dalla 4 posizione occupata dal rugby RHO è di 2 punti.      Sarà necessario fare una importante riflessione all’interno dello spogliatoio tra tutti i giocatori, condividere a viso aperto quello che succede e soprattutto capire quali sono le motivazioni, gli obiettivi e le aspettative individuali e di gruppo, solo cosi sarà possibile concentrare le energie e provare ad invertire la tendenza.      Appuntamento a domenica prossima in V.le Campagna, 50 a Cologno Monzese per IRIDE COLOGNO – RUGBY CERNUSCO, che come ogni derby che si rispetti si preannuncia combattutissimo anche a fronte della posizione di classifica delle compagini.

Dal nostro Inviato IURI DEL BONO

 

Articolo del 04/04/2016

Jean PierreSabato 2 Aprile 2016

Cari lettori,

Eccomi qui come ogni lunedì, a raccontarvi cosa è accaduto alla nostra U16,durante questo fine settimana.Partita contro il DELEBIO finita a 51 – 5 (8 -1). Questa volta siamo stati abbastanza bravi nel gestire la palla, nel fare passaggi quasi sempre corretti,e nel sostegno abbiamo visto cose buone.Un Armellotti e un Lusa aprono le danze con belle mete, dribblando una serie di avversari, una buona prima linea a tenuto bene, un Cirillo estremo di giornata ha fatto buone cose, un Mozzanica ha permesso al nostro Villa, di fare 80mt di campo e chiudere la meta tra i pali, un Beretta anche lui nel tabellino dei marcatori con tanto di meta e realizzazione tra i pali, un Back che partito dalla panchina ha dato il suo sostegno alla causa. Insomma tutti al meglio questa volta.Il più spettacolare è il drop del nostro Cicchello che risulterà MAN OF THE MATCH, il quale chiuderà, di fatto, la partita.

Solo un memo che può far pensare ma non illudere…….Vi ricordate l’ultima

classifica che vedeva le prime 3 così:

RUGBY TREVIGLIO ASD               44

RUGBY SONDRIO SOC.COOP.DIL. ARL   41

IRIDE COLOGNO RUGBY ASD           35

ebbene il Sondrio ha perso fuori casa contro Orio 27 – 14 (4 – 2) e questo ci permette di essergli molto vicino con il fiato sul collo. NON AGGIUNGO ALTRO

Prossimo appuntamento il 16 Aprile in casa contro Orobic e anche qui il solo

obiettivo sarà quello di vincere.

Un saluto a tutti voi, FORZA COOOOO…FORZA RAGAZZI!!!!!!!!!

Jean Pierre

Articolo del 22-03-2016

Jean Pierre Sabato 19 Marzo

Cari lettori,

L’ultimo sabato di un inverno non totalmente freddo, ha portato i nostri ragazzi a giocare in un bellissimo manto verde in quelli di Sesto San Giovanni, contro il Rugby Treviglio.Cosa dire o cosa meglio scrivere, non saprei. Abbiamo visto quali sono i nostri limiti, le nostre difficoltà, le nostre incertezze, però questi non sono i ragazzi che abbiamo visto contro altre squadre. Il risultato finale di 36 – 10 (6-2), parla chiaro e non ha bisogno di altre spiegazioni.Al fischio finale, il capitano della giornata BARBIERI, ha tenuto un sermone di ben 15 minuti… Che cosa vi ha detto non lo sapremo mai e mai ve lo chiederemo, però Staff tecnico e genitori si augurano che nel prossimo incontro, le parole del vostro capitano di giornata vi abbiamo fatto riflettere.Mi permetto solo di ricordare a voi ragazzi che stiamo cercando di farvi crescere e di responsabilizzarvi.Non sempre ci riusciremo ma continueremo a farlo con la passione che ci contraddistingue.

Il vostro accompagnatore e amico.    Jean Pierre

 

Iuri Domenica 20-Marzo

Vittoria importante quella della prima squadra dell’IRIDE

Vittoria importante quella dell’IRIDE oggi che batte la capolista Delebio per 15 a 12.

Il risultato è di misura, ma l’IRIDE ha avuto la possibilità di chiudere la partita in diverse occasioni, che non ha sfruttato per errori di concentrazione e che non devono essere sottovalutate, perché non hanno consentito il raggiungimento del bonus e ha poi ha subito il veemente ritorno di un Delebio.Questo anche a causa della “difficoltà” di vincere e mantenere il sangue freddo e il controllo della partita quando è in vantaggio.   Al comunale di Cologno, si è giocato un vero e proprio spartiacque per la rincorsa alla salvezza. Un’altra sconfitta avrebbe potuto mettere fuori gioco l’IRIDE, con il successo i ragazzi di Coach VINZANI sono ancora in corsa per quel 4 posto che garantisce la permanenza in categoria, ma che per i risultati del turno odierno è sempre a 4 punti di distanza.   L’IRIDE ha dovuto aggiunge agli indisponibili da mesi, anche le figure di Stefano D’AMBROS, Guglielmo SOFO, Manuel CHERUBINI e Alfredo PRIVITERA è quindi un XV con tanti giovani e qualche esperimento quella che Coach VINZANI schiera contro il Delebio primo in classifica che vuole allungare la propria serie positiva.    Coach VINZANI aveva chiesto un riscatto e indicazioni positive dai suoi ragazzi, dopo gli ultimi incontri che hanno visto alti e bassi di concentrazione e nell’applicazione delle giocate preparate in allenamento. E viste le difficoltà di formazione schiera Tommaso DEMECO nell’inedito ruolo di seconda linea.   Capitan “Siccio” SORDANO all’estremo e le presenza da titolari di Fabio NORATA e dell’”Imperatore” Daniele CAMELLITI, al rientro dalla squalifica scontata nella gara contro il RHO. Tutte figure irrinunciabili per dare un “supporto” e “esperienza” ai giovani in formazione, poiché anche in questa partita Fabrizio MONTANARO per motivi fisici deve purtroppo partire in panchina.  Parte subito bene l’IRIDE che sa di non avere una mischia che può competere con quella del Delebio e che deve impostare il proprio gioco con veloci spostamenti della palla e calci i profondità per muovere le linee.   Questa strategia deve però passare da un grande lavoro dei ragazzi della mischia che non si fanno intimorire e “reggono” in maniera egregia la pressione nelle fasi di mischia, contenendo lo straripante pacchetto degli ospiti, che vincono il pallone ma si trovano in forte difficoltà nel giocarlo.   Dopo 6’ minuti l’IRIDE segna la prima meta, un grande lavoro di percussione dei propri uomini di mischia Valter VIRZI, Daniele CAMELLITI e poi a Leonardo CRUCITTI permettono di guadagnare metri e portarsi a ridosso della linea di meta dove Omar EL SAYED schiaccia l’ovale. Da posizione defilata Tommaso DEMECO centra i pali, risultato 7 a 0.  Si riparte e a differenza delle precedenti partite non si registrano blackout nel gioco dell’IRIDE, anzi il pallone è mosso velocemente e i tre quarti possono guadagnare metri e spingono il Delebio nella propria metà campo. In questa fase si contano almeno 2 chiare occasioni di meta create dalle giocate di Nicolò DIVARA, Mussi MARCO e Donato MAGGIORE che però per imprecisioni nella gestione del pallone non sono concretizzate dai tre quarti dell’IRIDE.   Arriviamo al 20’ minuto quando ancora Omar EL SAIED s’inserisce nello schema sviluppato tra Jacopo DIVARA e Tiziano CRUCITTI e concretizza la pregevole giocata corale con una seconda meta. In questo caso a piazzare la trasformazione è Umberto “fox” BISOTTI che non trova i pali. 12 a zero.   Sembra tutto in discesa ma non è cosi, il Delebio è primo in classifica e non ci sta a subire senza reagire, complice un IRIDE che deve necessariamente recuperare lo sforzo fatto in questi primi 20 minuti giocati bene a tutta forza e velocità, schiaccia i nostri guerrieri nella propria meta campo.   Da segnalare in questa fase il grande lavoro difensivo dei nostri ragazzi e nello specifico di Romano VITO implacabile, di cui segnaliamo una serie di placcaggi precisi e puntuali che “segnano” nel morale gli avversari di turno che si parano davanti a lui.   In questa fase di gioco molto aggressiva da parte del Delebio, al 30’ è ammonito Jacopo DIVARA che si accomoda dietro ai pali lasciando le squadre in parità numerica perché anche il Delebio vede un proprio giocatore punito con il giallo.  In questa fase, quasi allo scadere del primo tempo, l’IRIDE ha una nuova occasione per allungare nelle segnature e cercare il bonus, Marco MUSSI con una pregevolissima percussione entra in zona di meta ma nel tentativo di cercare la segnatura tra i pali, perde l’attimo e perde l’occasione. Termina la prima frazione di gioco che ci lascia con ottime sensazioni sul lavoro svolto sia in difesa che in attacco, ma il rimpianto di non aver sfruttato le occasioni create. E sappiamo cosa è successo in precedenti occasioni. Un altro punto che Coach Vinzani fa notare ai propri ragazzi è la difficoltà nelle touche, complice anche la nuova posizione di Tommaso DEMECO che deve trovare gli automatismi con il lanciatore e i compagni.   Il secondo tempo come prevedibile vede il Delebio partire a testa bassa, ribadisce lo strapotere della propria mischia, ma i loro tre quarti commettono numerosi avanti anche a causa della pressione difensiva fatta dall’IRIDE.In uno dei pochi errori commessi in questa fase, al 49’ Tiziano CRUCITTI si trova costretto ad eseguire un placcaggio non regolamentare e è punito con un cartellino giallo.   Il Delebio sfrutta subito la superiorità e al 50’ riesce a trovare la propria meta che poi trasforma, portando il punteggio sul 12 a 5. E’ una partita combattuta e non passano un paio di minuti che anche il Delebio vede sanzionato con un giallo un proprio giocatore. Primo cambio per l’IRIDE al 59’ Donato MAGGIORE è sostituito da Walter DEMECO. In questo secondo tempo l’IRIDE registra i propri automatismi e con Tommaso DEMECO, che si guadagna il titolo di Man of the Match, diventa “padrona” delle  touche. La supremazia in questa fase di gioco permette all’IRIDE di poter gestire la situazione e contenere gli sforzi del Delebio.  Forse c’è anche un po’ di timore di vincere, le occasioni mancate nel primo tempo tornano prepotentemente alla ribalta. L’IRIDE ha il merito di continuare a creare azioni e al 68’ usufruisce di una punizione che Tommaso DEMECO trasforma portando il parziale sul 15 a 7.   Il Delebio non molla, ha una felice intuizione e trova un varco che sembra quello giusto, una veloce corsa di circa trenta metri viene però fermata con un placcaggio perfetto per tempismo e realizzazione da Fabio NORATA, il “Biofa” fa pesare la propria esperienza e dimostra di essere una pedina importante per la crescita di questi ragazzi, legge bene lo sviluppo del gioco avversario e si fa trovare nel posto giusto al momento giusto, fermando quella che era una azione che si sarebbe finita con una meta certa.   E’ il 73’ e Coach Vinzani opera un altro cambio, fuori Tiziano CRUCITTI sostituito da Fabrizio MONTANARO, l’intento è quello di sfruttare l’esperienza per gestire la situazione, ma passa un minuto e nei 22 metri del Delebio succede l’imprevedibile.          Gli animi sono caldi a causa di un episodio successo pochi minuti prima e non visto dall’arbitro, che vede Capitan “Siccio” SORDANO coinvolto in una discussione con un giocatore del Delebio, obiettivamente troppo irruento in fase di placcaggio e poi di non possesso palla, che il nostro capitano risolve in modo poco “Decubertiano” ma risoluto.   Al 74’ si sviluppa una azione sull’ala destra del l’IRIDE che attacca,  a causa dell’ennesimo errore di gestione del pallone  si crea una soul, il Delebio riesce  a portare a terra il portatore di palla e in questa fase l’arbitro vede MONTANARO compiere un entrata a “pulire” a sua opinione in modo non corretto ed estrae il giallo. I giocatori del Delebio protestano oltre il dovuto e nel parapiglia vengono espulsi per doppio giallo Jacopo DIVARA e 3 giocatori del Delebio.   Si riparte con una punizione per il Delebio che si riporta con un ultimo disperato sforzo in attacco, i fantasmi delle precedenti partite riaffiorano e tutti stiamo pensando alle numerosi azioni create e non concretizzate. E’ all’80’ il Delebio trova la  sua seconda meta. Il fato vuole che non venga trasformata e la partita termina con il punteggio di15 a 12.             Si chiude cosi una partita giocata molto meglio delle ultime tre, che lascia aperti alcuni dubbi sulla tenuta mentale e fisica di alcuni elementi dell’IRIDE.   “Salvezza” vogliamo finire la stagione senza avere rimpiantici  dice Coach VINZANI al termine dell’incontro  di oggi.  Volevo dei segnali dai miei giocatori e li ho avuti, su questa strada dobbiamo proseguire, con tanto  lavoro e l’impegno. Il Coach  aggiunge che non era possibile continuare come nelle ultime partite,  giocare a corrente alternata, facendo cose positive e poi interi tempi giocati in modo abulico e inconcludente e finisce rimarcando il fatto che rimane l’amaro in bocca per le numerose e concrete occasioni non sfruttate che non hanno permesso il raggiungimento del bonus.   Infatti, i risultati di questo turno non premiano l’impresa dell’IRIDE che batte sì la capolista Delebio, ma non raggiunge il bonus e vede invariata la propria posizione e la distanza con il Rugby Cernusco che ha battuto il Rugby Rho portandosi al terzo posto a pari merito con Rho stesso a 12 punti. Il Cus Milano scalza il Delebio grazie alla vittoria sul Rugby Como.   Comincia adesso il ritorno di questo girone salvezza e il 10/04 p.v. l’IRIDE andrà a far visita al Rugby COMO, con l’obiettivo di vincere e fare il bonus, per riprendere la corsa sul Rugby RHO che andrà a fare visita alla capolista CUS cadetta e il Rugby Cernusco che riceve il Delebio.

Dal nostro Inviato IURI DEL BONO

 

Articolo de 15-3-2016

Iuri  Domenica 13 Marzo

Si complica il percorso salvezza dell’IRIDE.

Anche dalla trasferta di RHO torna sconfitta con il risultato di 31 a 10.Obiettivo del XV di Cologno era di fare una gara ripartendo da quanto di buono si era visto nel primo tempo con il CUS, ma le assenze causate da infortuni e squalifiche hanno prima costretto Coach VINZANI a schierare una formazione rimaneggiata e poi trovare soluzioni agli imprevisti che si sono registrati durante la partita.I buoni propositi però si scontrano subito con l’approccio alla partita che più volte siamo stati abituati a vedere da parte dell’IRIDE e cosi dopo solo 3′ il RHO segna la sua prima meta e la trasforma e si riprende da 7 a 0.Questo è il campanello che sveglia dal torpore i ragazzi di capitano “Siccio” SORDANO che ripartono con grande cuore e grinta schiacciando il RHO nei propri 22, ma il copione è sempre lo stesso e se non si rendono concreto gli sforzi, sono gli avversari che approfittano degli errori e cosi al 16’, è ancora il RHO che va in meta e poi trasforma, portando il risaltato sul 14 a 0.Al 20′ minuto a seguito di uno scontro piuttosto rude e costretto a lasciare il campo Guglielmo SOFO, sostituito dal giovane Giuseppe LISO, non passa 10 minuti che anche Salvatore SCHIAVONE, reduce dall’ottima partita con 2 mete segnate la scorsa Domenica contro il CUS, a causa del riacutizzarsi della pubalgia è costretto a chiedere il cambio. È sostituito da Fabrizio MONTANARO che per motivi fisici partiva dalla panchina.E’ un film già visto, l’IRIDE lotta crea gioco ma in modo disordinato e con poco costrutto, commette diversi errori e viene cosi punito dalla squadra avversaria per queste mancanze, manca un minuto alla fine del primo tempo quando il RHO capitalizza ancora e segna la sua 3 meta chiudendo la frazionesul punteggiodi 19 a 0.Il secondo tempo purtroppo comincia come il primo e dopo meno di 10 minuti il RHO trova la meta del bonus, che trasforma e porta il punteggio 26 a 0.Potrebbe essere l’inizio della fine ma il RHO probabilmente appagato per il risultato raggiunto, si distrae e permette all’IRIDE di sviluppare la propria reazione, al 58′ Fabio NORATA sostituisce un esausto Giuseppe GIUNTA e 2 minuti dopo un grande lavoro del pacchetto di mischia permette a Tiziano CRUCITTI di segnare la prima meta dell’IRIDE, che Tommaso DE MECO non trasforma.Non mollano i nostri ragazzi che continuano il forcing, ma gli inconvenienti proseguono e cosi per motivi fisici è costretto a uscire Vito ROMANO sostituito da Walter DE MECO. Coach VINZANI prova a variare l’assetto della squadra,  inserisce Jacopo DI VARA al posto di Donato MAGGIORE.Nonostante le forze fresche è ancora il RHO che trova la via della meta per la quinta segnatura e porta il risultato sul 31 a 5.         Non è comunque finita, bisogna riconoscere ai nostri ragazzi che nonostante le numerose difficoltà non si perdono d’animo e al 64′ Nicolò’ DI VARA segna la seconda meta dell’IRIDE, anche questa non trasformata, portando il punteggio sul 31 a 10.Ultimo cambio che vede Tiziano CRUCITTI prendere il posto di Davide MALNATI per sfruttare i minuti finali dell’incontro che vedono il RHO gestire il consistente vantaggio accumulato con un primo tempo brillante e cinico ma nulla cambia.Il risultato è ampio ma non bugiardo, l’IRIDE deve recriminare sulla modalità di gestione della partita, perché nel primo tempo concedere il gap di tre mete ha precluso poi la possibilità di tenere sotto pressione un RHO che non ha dovuto fare altro che attendere i nostri ragazzi e controllare gli scomposti tentativi di rimonta. Diverso sarebbe stato poter sfruttare i 20 minuti di appannamento degli avversari con un distacco di pochi punti.La partita è simile a molte partite viste quest’anno, ci sono fasi e aspetto positivi ed errori grossolani che una squadra in questa fase della stagione non può permettersi di commettere. Adesso la situazione è delicata, il prossimo incontro è tra le mura amiche con la capolista di questo girone il Rugby Delebio, che nella prima fase ha sconfitto l’IRIDE in entrambe le partite. L’IRIDE è 5 con tre punti di distacco dal 4 posto che garantisce la permanenza in categoria. Nulla è perduto ma di certo per quello che si è visto qualche punto in più, era lecito aspettarselo dai nostri ragazzi.Sarà una settimana di lavoro intenso, si recupererà qualche squalificato, non gli infortunati che purtroppo non potranno essere disponibili domenica 20/03 p.v.

Vi aspettiamo alle 14,30 allo stadio comunale di Via Campania a Cologno Monzese, per sostenere i nostri guerrieri in questa difficile stagione di transizione …tutti insieme FORZA COOOOOOOOO

Dal nostro Inviato IURI DEL BONO

 

Articolo del 14-03-2016

Jean Pierre  Sabato 12 Marzo

Iride Lenta e senza Convinzione

Cari lettori,

un mite sabato pomeriggio ha portato i ragazzi dei RAPTORS,
ha vincere contro un IRIDE apparsa lenta e senza convinzione.
Chiaramente non tutto è stato negativo infatti il risultato finale
è stato di 22 - 26 (4-4) e qualche cosa di positivo si è visto, ma non basta.
La cosa strana è che certe volte, riusciamo a fare prestazioni all'altezza
del nome che portiamo, mentre a volte pecchiamo di presunzione,
individualismo e fragilità.
Ora ci aspetta una nuova sfida contro il TREVIGLIO e facendo un giro sul
sito della Federazione, hanno vinto contro ORIO di soloun punto 13 - 12 (1-1).
Ci possono essere buone possibilità di riuscita ma la cattiveria
dovrà essere NOSTRA ALLEATA.
Forza CO......forza RAGAZZI !!!
Il vostro accompagnatore  JEAN PIERRE

Articolo del 07-03-2016

Iuri

Domenica 6 Marzo 2016

UNA PARTITA A DUE FACCE
E’ una doccia fredda il risultato finale di questo 3 turno del girone salvezza per l’IRIDE perde
20 a 24 all’ultimo minuto di gioco, una partita a due facce.
L’IRIDE non è riuscita a chiudere a causa di un secondo tempo non all’altezza
Per l’incapacità di capitalizzare gli sforzi fatti.
Partenza in salita, a causa della meta del CUS Milano cadetta che dopo 7’sfrutta un errore
dell’IRIDE in fase di liberazione e segna una meta che però non trasforma.
I ragazzi di Coach VINZANI non si scompongono, sanno di aver preparato bene l’incontro
e conoscono l’importanza della partita, per cui ripartono e approcciano alla partita
con la giusta concentrazione.
Impongono il ritmo e il proprio gioco e dopo 11 minuti concretizzano la loro prima segnatura
con una pregevole azione che porta in meta Omar EL SAYED. Nonostante la difficile posizione,
Tommaso DE MECO trasforma con un pregevole piazzato.
L’IRIDE non alza il piede dall’acceleratore, impone la propria supremazia in mischia e cerca
di innescare i propri trequarti, con continue aperture del gioco.
Questo approccio permette all’IRIDE di segnare ancora al 16′ con Salvatore SCHIAVONE
che conclude depositando la palla in meta a ridosso della bandierina, una azione giocata
tutta alla mano, questa volta Tommaso DE MECO non trasforma.
Il CUS è comunque un avversario da rispettare, lo dimostra che alla prima occasione
che gli viene fornita, trasforma la punizione e porta il punteggio 12 a 8.
L’IRIDE è comunque padrone della partita e al 23′ segna nuovamente con Salvatore SCHIAVONE,
punteggio 17 a 8 perché Tommaso DE MECO non trasforma.
C’è un altra occasione per l’IRIDE al 25′ che può beneficiare di un calcio di punizione
ma DE MECO non trasforma.
Infortunio di Stefano D’AMBROS al 27′ per un problema alla spalla è costretto ad uscire, sostituito da Tiziano CRUCITTI.
Al 36′ un cartellino giallo per Daniele CAMELLITI, permette al CUS di calciare una nuova punizione che, prede il palo ed entra, portando il punteggio 17 a 11.
Si chiude su questo punteggio il primo tempo, che è da considerare positivo ma che evidenzia quelle che sono alcune delle lacune più evidenti di quest’annata, la mancanza di concretezza nel concludere le numerose azioni create e la precisione sui calci piazzati che, solo loro, al termine di questo primo tempo avrebbero portato il divario a 13 punti.
Ci si aspetta un secondo tempo uguale al primo e invece i nostri guerrieri, che entrano in campo con Jacopo DI VARA al posto di GIUNTA, si smarriscono.
Il CUS Milano cadetta non cambia passo, semplicemente non deve più preoccuparsi di subire ma produrre gioco e cosi già al 49′ segna la meta che porta il punteggio 17 a 16, perché in questo caso il calciatore del CUS non ha il supporto del palo.
Al 51′ un esausto Salvatore SCHIAVONE viene sostituito da Donato MAGGIORE. La meta subita non scuote comunque il Cologno che al 57′ subisce ancora una segnatura del CUS anche questa non trasformata.
Sul punteggio di 17 a 19 l’IRIDE cerca una reazione, ma non riesce a portarsi nella metà campo del CUS, che deve solo preoccuparsi di creare il proprio gioco, che l’IRIDE cerca affannosamente di contenere, con una difesa che non porta i placcaggi con il modo e la cattiverai che dovrebbero avere.
Dal 60′ al 70′ l’IRIDE raccoglie le energie fisiche, purtroppo non quelle mentali e si butta a capofitto alla ricerca della meta che raddrizzerebbe la partita e sbilancerebbe l’esito del match, commette troppi errori in impostazione ma nonostante tutto ha la possibilità di calciare 2 punizioni una al 60′ non trasformata e una al 69 che DE MECO mette tra i pali, portando il risultato sul 20 a 19.
Sembra che la missione possa considerarsi conclusa, ma non c’è l’energia e la testa per gestire le cose e negli ultimi 10 minuti di gioco, succede di tutto.
Il CUS si installa nei 22 metri dell’IRIDE e ingaggia una battaglia a colpi di mischia,vengono mostrati due cartellini gialli a Tiziano CRUCITTI e Daniele CAMELLITI.
In inferiorità di due uomini all’ultimo minuto l’IRIDE capitola, Il CUS trova la meta finale che non trasforma.
L’ascia l’amaro in bocca questo finale, ma molto materiale su cui lavorare, errori, mancanze ma anche aspetti positivi su cui Coach VINZANI e tutti i ragazzi di capitan “siccio” SORDANO dovranno lavorare per crescere e centrare l’obiettivo salvezza.

Dal nostro Inviato IURI DEL BONO

 

Articolo del 29-02-2016

Jean Pierre

Sabato 27 febbraio 2016

Under 16

Cari lettori,
eccomi anche oggi nel riassumere in poche parole, che cosa è accaduto
sabato pomeriggio alle ore 17.30 in quelli di Seregno.
A parte l’acqua, il terreno fangoso e lo spirito agonistico dei genitori
di entrambe le fazioni, abbiamo visto per la prima volta solo quelli del 2000.
Il coach ha dovuto rivedere qualche ruolo e adattare al meglio la squadra,
contro un Seregno ben organizzato.
Pronti via e passiamo subito in vantaggio con una bella meta
ma senza riuscire a realizzare i successivi punti.
Sembra una cosa semplice, invece il Seregno ci mette sotto e ci infila
per ben 3 volte, piazzando anche i successivi calci e non bastano
le urla di un buon Zaccone nel spronare la squadra, NON PLACCHIAMO !!!!!
Mentre il nostro coach urla e rammenta di tirare fuori gli attributi,
Il primo tempo si chiude con un Seregno davanti a noi.
I nostri non ci sono, sembrano stanchi e demoralizzati, allora ecco che
prima dell’inizio del secondo tempo si raggruppano in cerchio,
si guardano in faccia e capiscono che è il momento di reagire.
Il loro urlo, prima della battaglia, su questo pomeriggio invernale risulterà vincente.
Risultato finale, “Seregno 27 / Iride 31”, anche questa è stata portata a casa,
ma quanta fatica.
Ora ci riposiamo fino al 12 di Marzo, quando incontreremo in casa i RAPTORS.
FORZA CO….FORZA RAGAZZI !!!!
Il vostro accompagnatore    Jean Pierre

Articoli del 22-02-2016

Iuri

Domenica 21 febbraio 2016

                             Prima Squadra

SCONFITTA NEL DERBY brusca frenata per l’IRIDE che, dopo il vittorioso debutto in questo girone salvezza, esce sconfitta dalla trasferta in casa del Cernusco con il punteggio di 13 a 3. Come ogni derby che si rispetti anche questo ha dato origine ad una partita particolare che ha premiato la squadra più organizzata e che ha commesso meno errori. Le premesse per una domenica di soddisfazione per l’IRIDE ci sono tutte, la partenza è fulminea, la mischia è aggressiva e la mediana veloce e ordinata, questa pressione costringe il Cernusco nella propria metà campo e al 6′ è premiata da una punizione che Manuel CHERUBINI trasforma portando il punteggio sullo 0-3. Sembra che vada tutto nella giusta direzione ma progressivamente la luce si spegne, il Cernusco resiste alla pressione di un IRIDE che commette troppi errori e con veloci movimenti della palla riesce a controllare il Cologno e a sfruttarne le troppe sbavature di piazzamento . E cosi alla prima incursione in campo avversario del Cernusco, il primo dei numerosi falli che verranno commessi dai giocatori del Cologno, porta alla concessione di una punizione davanti ai pali che è impossibile non trasformare e cosi il Cernusco si porta sul 3 a 3. Sembra un incidente di percorso,perché l’IRIDE riporta il gioco nella metà campo del Cernusco, si susseguono le incursioni degli uomini di mischia ,ma latita il gioco della mediana che è troppo piatta e costringe l’apertura a passaggi corti. Gli errori e la foga sono cattivi consiglieri e al 13′ il Cernusco, recupera un pallone e grazie ad un calcio di movimento che taglia il campo da destra a sinistra prende lo schieramento del Cologno sguarnito e trasforma la prima meta. Non è agevole la posizione di trasformazione e il calciatore sbaglia 8 a 3. Adesso è il Cernusco che tiene le redini del gioco, non si tratta di una formazione irresistibile ma sicuramente ben organizzata e ordinata che muove il pallone sfruttando tutti i suoi tre quarti, l’IRIDE oppone la propria grinta, da segnalare i placcaggi di Vito ROMANO, Guglielmo SOFO e Nicolò DI VARA, ma questo non basta perché il Cernusco ha sempre l’uomo in superiorità ed è un continuo tentativo di mettere una toppa. Al 32′ il Cernusco nella seconda occasione in cui riesce a giocare negli ultimi 5 metri del Cologno, grazie all’uomo in superiorità segna la propria seconda meta. Anche in questo caso il Cernusco non trasforma.13 a 3. Non cambia il registro, resta il Cernusco “padrone” di questa fase della partita, ma non è comunque in grado di concretizzare perchè non ha i mezzi per farlo e perchè comunque l’IRIDE è si poco organizzata ma non certo poco grintosa. Nell’intervallo coach VINZANI cerca di scuotere i propri giocatori, chiedendo più organizzazione e concentrazione. Viene sostituito per infortunio Manuel CHERUBINI con CRUCITTI Tiziano, che prende il posto di BISOTTI Umberto nello schieramento che passa mediano. Si riparte è come nel primo tempo l’IRIDE prende in mano la partita, installandosi nella metà campo del Cernusco. Si susseguono i punti di incontro e le mischie ma non si vede lo sviluppo di un gioco. Al 50′ per infortunio esce Giuseppe LISO, sostituito da Fabio NORATA che giocherà una bella frazione di gioco facendo pesare la propria esperienza ma soprattutto la grinta che alcuni giovani interpreti del XV di Cologno profondono a momenti alterni. Per cercare di rompere lo stallo, coach VINZANI, sostituisce un esausto MONTANARO Fabrizio, con SCHIAVONE Salvatore che si installa all’ala DX, sposta Maggiore DONATO estremo e porta il Capitano “Siccio” SORDANO in mediana. Il risultato è quello di aumentare la pressione, da segnalare l’ottima partita di Omar EL SAYED, migliore in campo al fianco di Siccio che confezionano alcune pregevoli giocate che però si infrangono sull’ordinato schieramento avversario che sembra non dover troppo faticare e che alla fine della partita complica la stanchezza e l’uscita di Stefano D’AMBROS per GIUNTA Giuseppe e MALNATI Davide per il debuttante SOLANO Luis, riesce anche a fare qualche sortita rischiando di segnare una meta che avrebbe avuto il sapore della beffa per l’IRIDE del secondo tempo. L’IRIDE torna a casa con un pugno di mosche, poteva essere un altra partita ma si sono viste le solite difficoltà, mancanza di organizzazione e concentrazione. Non manca certo la grinta, anche se sembra che non tutti i nostri ragazzi mettano il 100% al servizio della squadra. Prossima partita il 06/03 tra le mura amiche contro il CUS Milano.

Dal nostro Inviato IURI DEL BONO

 

Jean Pierre

                    Sabato 20 Febbraio 2016
                                Under 16

Iride Cologno Rugby  vs ADS Rugby Orio  34 – 19 (6-3)
Prima giornata di Ritorno il campionato della nostra U16 è ricominciato e non poteva iniziare al meglio
con una vittoria, anche se pecchiamo ancora su alcune regole,
questi famosi 10 METRI !!!!!.

Tutto sommato i nostri ragazzi hanno tenuto testa ad un ORIO sceso in campo
con l’intenzione di portare a casa il risultato come all’andata, solo che questa volta
non ci sono riusciti. Bravi noi a tenere sempre viva la palla e nel farci trovare
quasi sempre pronti.

Bravo Paride che con il tuo intercetto hai chiuso la partita anche se a 5 minuti
dalla fine della match, tutti ti gridavano “calcia in TOUCHE, calcia in TOUCHE,
calcia in TOUCHE”… niente da fare, sordo al 100%. Pensa che si vocifera
che anche al capolinea della metro di Cologno, alcuni hanno sentito queste url
a e in particola modo una su tutte………Ahahahahahaha.

Dimenticavo di ringraziare un nostro atleta BRESSAN premiato come MAN OF THE MATCH.
Staff tecnico e ragazzi ti dicono bravo !!!!!!!
Il vostro accompagnatore    Jean Pierre 

Articoli del 01/02/2016

                               Risultati di Domenica 01 Febbraio 2016
Under 18
Iride Cologno Rugby vs ADS Crema Rugby 29-29 (5-5)

Prima Squadra
E’ ARRIVATA! La prima vittoria della stagione finalmente è arrivata, i Seniores battono

il Rugby Como 17 – 00 (3 -00)

Iuri

DEBUTTO CON VITTORIA PER L’IRIDE
Domenica scorsa si è giocata la prima partita della seconda fase
del Campionato Italiano 2015/2016 Serie C1.
La prima fase non ha purtroppo tenuto fede alle premesse e agli obiettivi
che Coach VINZANI si era prefissato.
Le difficoltà di presentare al via una squadra giovane con tanti nuovi innesti hanno pesato
molto e il risultato è stato, complici anche gli alti e bassi registrati nel gioco e nella
concentrazione, l’ultimo posto nel girone e zero vittorie.
Si ricomincia quindi nel girone C salvezza, in cui sono presenti CUS Milano Cadetta,
Rugby Delebio, Rugby Rho, Rugby Como e Rugby Cernusco, con l’obiettivo di garantire
la permanenza nella categoria.
La partita, giocata tra le mura amiche contro il Rugby Como, ha visto l’IRIDE conseguire
la sua prima partita in questo campionato 2015/2016 con il punteggio di 17 a 0.
Il XV capitanato da “Siccio” SORDANO ha subito dimostrato di aver ben compreso
l’obiettivo di questa seconda parte di stagione e si è buttato con grande cuore e grinta
alla ricerca del risultato, costringendo gli ospiti nella propria metà campo impedendogli
ogni reazione grazie ad una buona fase difensiva.
Tutti gli sforzi profusi  in questo primo tempo hanno prodotto solo una meta, realizzata
all’8′ da Leonardo CRUCITTI, con il sostegno del pacchetto di mischia, segnatura che non
viene però trasformata e un cartellino giallo per Walter VIRZI. Parziale al termine del primo tempo 5 a 0.
 Il secondo tempo si apre con la meta segnata da ROMANO Vito, a cui va assegnato il titolo
di migliore in campo per l’enorme mole di placcaggi, che al 45′ riesce a concretizzare l’occasione.
DEMECO trasforma e sul punteggio di 12 a zero, con l’obiettivo di sfruttare la fase positiva
coach VINZANI inserisce i fratelli DI VARA, Nicolo e Jacopo, per MONTANARO e MAGGIORE.
Ma il gioco non decolla e soprattutto la superiorità non si concretizza, il direttore di gara
annulla 2 mete dell’IRIDE per presunti avanti. E’ un secondo tempo giocato con grande
fisicità da entrambe le squadre e  l’IRIDE rimane in inferiorità al 63’ per un cartellino Rosso a DEMECO.
Altro cambio di coach VINZANI che al 65’  inserisce Tiziano CRUCITTI per D’AMBROS, all’78 Nicolò
segna la terza meta, anche questa non trasformata, poco dopo anche PRIVITERA viene sanzionato
con un cartellino rosso e CHERUBINI prende un giallo, per fortuna nonostante i tre uomini in meno
il Como non ne approfitta e la partita si conclude sul punteggio di 17 a 0.
Gli ultimi impegni avevano mostrato i pregi e i difetti della squadra che si sono presentati
anche in questo match. Una organizzazione di gioco non proprio lineare, indisciplina tattica e non solo quella.
Si è cosi assistito a una partita caotica che ha portato alla segnatura di sole 3 mete, che avrebbero
potuto essere almeno 5, contando solo quelle annullate.
Un punteggio inferiore a quanto si è visto in campo, anche perché come per l’intera stagione,
la trasformazione non è avvenuta con percentuali accettabile e soprattutto la nota dolente
delle 2 espulsioni dirette e gli immancabili gialli.
Da segnalare però la buona prova offerta in fase difensiva dalla squadra e l’ottima partita
del giovane LISO alla sua prima prova da titolare in mischia.
In questa seconda fase l’obiettivo principale è ovviamente la vittoria e quello “minimo”
mettere 2 squadre alle proprie spalle, ma per fare questo c’è da lavorare sulla disciplina
tattica che è una componente fondamentale per il raggiungimento dei risultati.
Inoltre è necessario che Coach VINZANI e Capitan SORDANO, che ha raccolto il testimone
di TAGLIETTI,  riescano a dare alla squadra la giusta misura di grinta e concentrazione e
rendere chiaro a tutti che la squadra non può privarsi di giocatori a causa di giornate di squalifica.
Dal nostro Inviato IURI DEL BONO

Sabato 30 gennaio 2016
Under 16

Jean Pierre   Iride Cologno vs Rugby Sondrio 10 – 10 (2-2)

Finalmente il Sondrio è arrivato a casa nostra !!!!!!
Cosa dire di un pomeriggio grigio, dopo una serie di cieli sereni?
Peccato per quel passaggio dato in modo assurdo durante il 1° tempo.
Peccato per quel calcio non piazzato durante il 2° tempo.
Peccato per quei ultimi 5 mt che ci permettevano di chiudere il match.
Peccato delle varie entrate laterali degli avversari non fischiate.
Peccato………..basta !!!!!!!
Siete stati bravi e avete tenuto sempre alta la testa ad una squadra
che al momento è 2° al nostro girone.
Sinceramente non ho visto così tanta differenza, anzi vediamo
di iniziare il girone di ritorno con la stessa grinta dimostrata
come quest’ultima partita e sono certo che potremmo dire la nostra.
Dimenticavo di ringraziare un nostro atleta COLOMBO OLIOTTI LORENZO
che in extremis è stato convocato. La sua prestazione lo hanno premiato come
MAN OF THE MATCH
Staff tecnico e ragazzi ti dicono bravo !!!!!!!
Il vostro accompagnatore e amico      Jean Pierre

Articoli del 18/01/2016

Iuri Iuri DelBono

 

Campionato Italiano – 2015/2016 Serie C1 – girone C pool 1 – Giornata 10 del 17/01/2015

NON CAMBIA IL RISULTATO

Finisce 25 a 15 per i padroni di casa, la 10 e ultima giornata di questa prima parte di campionato del girone C Pool 1 giocata dall’IRIDE in trasferta a Rozzano sul campo del CHICKEN che con questo risultato si conferma secondo del girone dietro ad un formidabile Rugby Bergamo e davanti al Grande Brianza. Queste tre formazioni si giocheranno la pool promozione.  Poteva essere l’occasione buona per conseguire la prima vittoria, sfruttando il clima da ultima giornata e la posizione acquisita dal Chicken, ma il rugby è una cosa seria e entrambe le squadre hanno onorato l’impegno giocando una bella e combattuta partita, con poche mischie e tanto gioco alla mano in cui il Chicken ha dimostrato di essere concreto e poco incline agli errori.
Non cosi si può dire della formazione di Cologno, che nonostante un ottimo avvio, in controtendenza rispetto a quello che ci aveva abituato a vedere nelle partite prima di Natale, ha messo in evidenza i “soliti” difetti, poca disciplina tattica, leggerezza della fase difensiva e carenza di concretezza nei momenti decisivi.  Una prima frazione di gioco che termina 15 a 10, ma che per 20 minuti vede in vantaggio l’IRIDE grazie alla meta segnata da CRUCITTI Leonardo e trasformata da DEMECO Tommaso, che segna calcia tra i pali una punizione.
Nei primi minuti e in chiusura di tempo il Chicken sfrutta però i continui fuorigioco del Cologno, piazzando una punizione e la leggerezza della fase difensiva, grazie alla quale con 2 veloci incursioni segna 2 mete, una trasformata.  Nel secondo tempo complice anche il calo fisico di alcuni giocatori, forse accentuato dalla ritardata esecuzione dei cambi a disposizione, il CHICKEN inanella 2 mete consecutive nell’arco di 5 minuti che non trasforma. Da evidenziare in questa prima fase della seconda frazione, i medesimi errori della prima, i ripetuti falli di fuorigioco che al 44′ determinano un cartellino giallo per BISOTTI, che lascia i compagni in inferiorità per 10 minuti e la disorganizzazione nelle fasi di possesso palla, che hanno pesato sulle molte azioni con palla alla mano dei trequarti.
Nonostante le 2 mete l’IRIDE ha una reazione di orgoglio e dopo un altra espulsione temporanea di 10 minuti per DEMECO Tommaso al 70′ trova la meta con CAMELLITI.  Finisce questa prima parte di campionato, che vedrà le prime tre gareggiare nella poule promozione, come accadeva all’IRIDE l’anno scorso e le ultime tre, Rugby Delebio, CUS Milano Cadetta e IRIDE giocare per la conferma della categoria.  Adesso ci saranno 2 settimane di lavoro impegnativo per lavorare sugli aspetti che più incidono sul gioco e la possibilità di raggiungere il risultato pieno, non è certo la mancanza di grinta o la voglia, ma è evidente che la mancanza di una fase difensiva “importante” sia in termini di placcaggi che di posizionamento e una generale indisciplina tattica che provoca ripetuti falli e “confusione” negli sviluppi del gioco sono punti importanti.

Jean Pierre  Jean Pierre

 

Amichevole : Iride ColognoRugby vs Amatori&Union

Piccolo riassunto:

Una domenica di vento freddo e di un sole molto ma molto tiepido, ha permesso alla nostra U16, dopo una lunga sosta, di portare a casa un risultato positivo contro gli Amatori&Union.
Spirito e intensità si sono visti, anche se all’inizio del secondo tempo ci siamo seduti convinti di aver chiuso la partita. L’unica pecca ma sono cose che succedono, l’infortunio di uno dei ragazzi ospiti dove va il nostro più sincero augurio di ripresa, .
Andiamo avanti così aspettando lo scontro contro il Sondrio, previsto sabato 30 Gennaio 2016.

Jean Pierre

Articolo del 14/12/2015

Orobic R.C. vs Iride Cologno Rugby  12 – 53 (2 -9)

Cari lettori,

è la prima volta che manco all’appuntamento di una partita dei nostri ragazzi U16, ma come da mia ultima mail di venerdì scorso, dove esortavo che l’unico obbiettivo è VINCERE e prendere quei benedetti 5 punti, i ragazzi non hanno deluso. Chi a visto il match lo descrive come una “Grande partita e impegno a 1000 dei ragazzi  che hanno dominato per l’intero incontro, portando il risultato finale a 12-53 (2-9).

Per chi non lo sapeva, domenica c’è stato anche lo scontro al vertice tra Rugby Sondrio vs Rugby Treviglio, ebbene il risultato finale è stato di 19-22 (3-3).

Bene, adesso godiamoci un meritato e sano riposo fino al 31/01/2016, anche se gli allenamenti continueranno, quando in casa nostra arriveranno quelli del Sondrio e allora si che ne vedremo delle belle!!!!

A voi tutti della IRIDE COLOGNO RUGBY, auguro un felicissimo Santo Natale, ricco di felicità, serenità e salute.

Il vostro accompagnatore e scrivano, Jean Pierre

 

Articolo del 01/12/2015

A.D.S. Delebio Rugby  vs  Iride Cologno Rugby    05 – 47 (1-7)

Cari lettori,

dopo il mio ultimo articolo di cui non ho voluto che venisse pubblicato nel sito ma dove mi ha permesso di avere un ottimo confronto con la dirigenza e di questo ringrazio, ecco nel scrivervi il mio piccolo riassunto di una partita giocata nell’alto Lario.   Ci troviamo a Sorico, inizio ore 18,00 di un pomeriggio che dire fresco è il minimo.   Tutti ci aspettavamo una riscossa è il campo ha dato la sua sentenza, Delebio 5 Iride Cologno 47. Questa volta tutti (giocatori / allenatore) hanno portato in campo la giusta cattiveria e hanno dimostrato che quando giocano insieme possono fare dei bei risultati. Pronti via e subito il nostro BERETTA GIORGIO, che risulterà MAN OF THE MATCH realizza le prime due mete e il buon VILLA comincia a piazzare il pallone in mezzo i pali. Corsa, passaggi e placcaggi portano i ragazzi alla fine del primo tempo con un risultato completo, mentre il Delebio ancora a quota 0.   Il secondo tempo è un rivisto del primo, iniziano i cambi e si capisce la grinta che i nostri ragazzi hanno portato, infatti neanche a dirlo con l’ingresso di DI MICIELI FEDERICO non passa neanche un minuto che lo porterà a fare un’altra meta. La partita procede mentre i genitori cercano con saltelli sul posto, scatti di scaldarsi ma non è facile.   Finalmente il fischio dell’arbitro, sancisce la fine di questo pomeriggio, dove la luna piena ne fa da padrona e ci porta a fare il terzo tempo (al caldo). Anche qui, bravi a tutti nel aver partecipato ad un momento di relax e di essere stati tutti corretti e ordinati.   Andiamo avanti così che il 13 di Dicembre ci aspetta un altro impegno di cui l’obbiettivo è uno solo….VINCERE!!!!

Forza CO…..forza ragazzi.

Il vostro accompagnatore e scrivano, Jean Pierre

 

Articolo del 02/11/2015

Raptors Valcavallina R.  vs  Iride Cologno Rugby   10-48 (2-8)

Cari lettori,

vediamo di dare un senso a questi piccoli racconti, cercando di tenere un filo continuo con quello passato. Ebbene il racconto scorso finiva con “FORZA CO, FORZA RAGAZZI”, e ieri non c’è stata cosa migliore che i nostri ragazzi potevano fare.   Era da tempo che non si vedeva un 1 Novembre, accompagnato da un sole caldo e un cielo azzurro; questo palcoscenico ha permesso alla nostra IRIDE di aggiudicarsi un match bello, ordinato e tecnico. 23 ragazzi (+1) hanno dato tutto quello che potevano, chi più chi meno chi niente, ma tutti onorando al meglio la propria maglia della società.   Chiaramente, hanno ancora molto da migliorare, ma si incomincia a vedere l’impronta che il nostro coach vuole, basata sulla concentrazione, intensità, cattiveria e umiltà. Non ci sono prime donne, tutti sono uguali !!!!!    Oggi però voglio dedicarmi su una cosa molto importante che tutti i ragazzi a fine partita, non vedono il momento di scoprire il MAN OF THE MATCH.    Per chi non lo sapesse, quando vinciamo, il coach sceglie un giocatore che lui ritiene sia stato il migliore e la scorsa volta è stata una scelta non facile, ma caduta a SHOMALI OSAMA che al suo debutto a dimostrato una cattiveria sopra le righe. Mentre ieri è stato premiato ERRATI JACOPO che con le sue 2 mete ha contribuito al risultato finale, concluso 10 – 48 per noi.  Concludo nel ricordare una cosa IMPORTANTE che quando viene fatta la lista dei convocati, viene chiesto ad un atleta la sua disponibilità, qualora ci possano essere defezioni prima della gara (per esempio un’assenza all’ultimo minuto) e il buon CINQUEGRANA ANTONIO la scorsa settimana ha dato la sua disponibilità.    23 ragazzi + uno, ieri erano presenti e tutti hanno partecipato all’allenamento pre-partita, ma per ragioni Federali “uno” non ha potuto giocare.    Per avere dimostrato una grande professionalità, noi (ragazzi + staff) ti diciamo GRAZIE ANTONIO. E’ anche merito tuo se la squadra ha vinto.

RAGAZZI ora il vostro obbiettivo è uno solo, VINCERE!!!!

Continuiamo così.

Il vostro accompagnatore e scrivano, Jean Pierre

 

Articolo del 25/10/2015

Iride Cologno Rugby    vs  A.D.S. Seregno Rugby      48-05 (8-1)

Cari lettori,

se ricordate bene, la fine del mio piccolo riassunto fatto sulla prima partita di campionato di settimana scorsa, terminava così: SBAGLIANDO SI IMPARA !!!!!!
Ebbene, credo che questa regola sia stata perfettamente rispettata durante questo fine settimana. Ragazzi concentrati e ben motivati hanno portato ad ottenere un buon risultato. Ottimo è stato anche il lavoro dell’arbitro che con molta maestria ha condotto al meglio il match. Ma abili noi nel fare una gara lineare e silenziosa.
Oggi però il mio GRAZIE è dedicato a voi genitori e in particolare alle famiglie nuove, che sono entrate quest’anno nel gruppo. Ho visto in voi un grande entusiasmo e voglia di fare (Pigon continua così).
Io come accompagnatore insieme con i miei altri due amici di merenda, non riusciremmo a fare queste cose se non ci fosse anche la vostra partecipazione. Allora ci auto complimentiamo perché vuol dire che stiamo facendo un buon lavoro, ma tutti e tre (Daniele, Marco e Jean Pierre) VI DICIAMO GRAZIE.
Stiamo diventando un forte gruppo, andiamo avanti così.
FORZA CO, FORZA RAGAZZI.
Il vostro accompagnatore e scrivano, Jean Pierre

 

Articolo del 19/10/2015

A.D.S. Rugby Orio   vs   Iride Cologno Rugby    30 – 05 (6-1)

Ebbene si,
ho deciso quest’anno di ripropormi come piccolo telecronista (fino a quando lo potrò fare), delle partite dei nostri ragazzi U16.
Cosa dire di questo esordio alle spalle dell’aeroporto di Bergamo?
Insomma, i nostri ragazzi già nel riscaldamento prima della gara, non davano la sensazione nel voler aggredire il proprio avversario. Infatti, al loro primo calcio d’inizio partita, un CHIAMA NON CHIAMA dei nostri, porta il buon ORIO subito nei nostri 5 metri mettendo già in difficolta la nostra difesa che neanche a dirlo, subisce subito la prima meta, sarà l’inizio di una amara sconfitta.
Con lo scenario delle montagne bergamasche e la città Alta di fronte a noi, la partita si svolge a senso unico, si vede in campo solo una squadra.
Passaggi non corretti, palle perse e il nervosismo, dovuto anche ad un arbitraggio non del tutto perfetto, condiziona alcuni dei nostri che spesso vengono richiamati dal nostro COACH e non solo da lui.
Neanche il tifo dei genitori, di cui va il mio grazie di cuore, riescono a caricare i nostri, anche se solo alla fine riescono a fare una meta.
Abilità nostra oppure generosità da parte loro?
A fine partita, ho visto in viso di alcuni, una grossa delusione. Forse se avessero messo un po’ più di grinta e determinazione, cosa che a loro non manca, la partita avrebbe potuto andare diversamente.
Non importa, anche le migliori squadre possono avere una giornata no
Sono convinto che quest’anno i nostri avranno una buona possibilità di dimostrare cosa valgono.
In conclusione……SBAGLIANDO S’IMPARA.
FORZA CO FORZA RAGAZZI !!!!!
Il vostro accompagnatore.   JEAN PIERRE

Nota: Per Risultari e Classifica vai nella sessione =Staff & Squadre/under16/risultati e classifica under 16

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.